Skip to main content
La psicologa dei gattiStoria Felina

Le origini del gatto: dall’Antico Egitto in poi

Il gatto ha origini antichissime: basti pensare che esisteva già da 20 milioni di anni quando comparì l’uomo sulla Terra. In questo articolo abbiamo provato a raccogliere tutto quello che sappiamo delle origini del gatto, il nostro animale preferito.

Qual è l’antenato del gatto?

La prima domesticazione del gatto avviene 10 mila anni fa, nelle prime comunità stanziali del neolitico, quando l’uomo diventa agricoltore e smette di essere un raccoglitore nomade.

E’ in quel momento che inizia l’alleanza con il gatto: un’alleanza utilitaristica per entrambi perchè il gatto teneva lontani gli animali che distruggevano i foraggi ed in cambio l’uomo gli forniva cibo.

E’ il Felix Silvestris il progenitore del gatto, il quale nel tempo si è evoluto in diverse sottospecie come il Felix Silvestris Libico e il Felix Sivestris Silvestris.

Ma il Felix Sivestris Libico presentava delle caratteristiche particolari, che lo fecero avvicinare maggiormente agli esseri umani.

Ecco perchè il Felix Silvestris Libico è ufficialmente l’antenato del nostro gatto domestico, così come lo conosciamo noi. Ecco quali caratteristiche lo distinguevano:

😻 Mostrava maggiore confidenza con l’essere umano

🍗 Accettava il cibo e mangiava anche animali morti offerti dall’uomo

🌞 Era meno crepuscolare e capace di stare sveglio diverse ore al giorno

🏃‍♂️ La sua area di fuga era minore rispetto ad altri animali selvatici

🏡 Amava condividere gli spazi con l’uomo

Furono gli Egizi a notare per la prima volta la differenza tra gatto selvatico e gatto domestico e quest’ultimo fu da loro venerato. Successivamente fu portato in tutta Europa attraverso le navi fenicie. Fu così che tutto il mondo cominciò a conoscere questo meraviglioso animale.

Il Gatto nell’Antico Egitto

Probabilmente tutti sanno che i gatti erano considerati animali sacri nell’Antico Egitto: ma pochi sanno che essi venivano chiamati con la parola “Mau” per imitare il loro miagolio.

I gatti furono preziosissimi per la nascita e la conservazione di questa civiltà: essi infatti, cacciando topi, serpenti velenosi e scorpioni, proteggevano il raccolto e le persone.

Alcuni studiosi sostengono che senza la presenza dei gatti la civiltà moderna sarebbe potuta essere molto diversa da quella che oggi noi conosciamo.

Secondo la civiltà egizia inoltre i gatti possedevano poteri magici e guaritori.

Ma non erano visti solo come delle vere e proprie divinità: erano anche molto amati. Amati a tal punto la vita di un gatto era considerata al pari di quella umana.

Per comprendere quanto gli Antichi Egizi considerassero la vita di un gatto al pari di quella umana, lo storico Diodoro Siculo descrisse un evento in cui cittadino uccise un gatto. La reazione della popolazione fu fortissima: una folla inferocita lo catturò e lo uccise a sua volta.

I gatti erano così importanti nella vita di un cittadino dell’Antico Egitto da avere effetti anche nel cerimoniale legato ai lutti: quando un gatto moriva infatti il proprietario dimostrava il proprio dolore rasandosi le sopracciglia, in segno di lutto profondo.

Ma non solo, la pratica della mummificazione non riguardava solo i faraoni ma anche i gatti: mummificare l’animale era un gesto creato nella speranza di donargli la vita eterna.

Un’altra curiosità relativa ai gatti nell’Antico Egitto è che essi venivano sempre raffigurati da seduti e quasi mai mentre dormivano: questo infatti veniva considerato come forma di rispetto nei loro confronti.

Sicuramente poi avrete sentito parlare della Dea Bastet, la gatto con il corpo da donna e la testa da felino che veniva adorata come regina dei gatti ma forse non sapete che gli Egizi credevano anche che il Dio del Sole si trasformasse ogni notte proprio in un Gatto, per combattere i serpenti malvagi.

Infine il primo nome di gatto fu proprio dato ad un micio egizio: siamo nel 1950 Avanti Cristo e il gatto fu chiamato Bouhaki.

Insomma nell’Antico Egitto i gatti venivano realmente venerati come fossero divinità. Questo accadeva tantissimi anni fa ma è opinione comune che i gatti conservino perfetta memoria di tutto ciò e che pretendano da noi la medesima devozione.

Che noi ovviamente siamo felici di dare 😹

Porta l’amore per i gatti sempre con te 😻

Scopri la collezione di Myao dedicata ai gatti, finemente realizzata in Argento Sterling 925. Te ne innamorerai.